Glyphosate Renewal Group

Cos’è il Glyphosate Renewal Group

Il Glyphosate Renewal Group (GRG) è un consorzio di aziende che cercano di ottenere il rinnovo nel 2022 dell’autorizzazione dell’UE per l’uso del principio attivo glifosate, unendo risorse e sforzi per preparare un unico dossier con tutti gli studi scientifici e le informazioni sulla sicurezza di questa sostanza.

PER SAPERNE DI PIÙ

Lo SCoPAFF non ha raggiunto un’opinione nella votazione sull'estensione dell'attuale approvazione del glifosato

Il 14 ottobre, il Comitato permanente per le piante, gli animali, gli alimenti e i mangimi (Comitato PAFF) non ha raggiunto una decisione sull’estensione di un anno dell’attuale approvazione del glifosato. Il GRG ha fiducia nel processo normativo e continuerà a lavorare in modo trasparente con la Commissione Europea e gli Stati Membri durante la loro valutazione approfondita della richiesta di riapprovazione del glifosato.

VAI ALLA DICHIARAZIONE DEL GRG

Contributo del GRG per la riunione SCoPAFF del 13-14 ottobre 2022

Il Glyphosate Renewal Group ha presentato un contributo in preparazione della riunione dello SCoPAFF del 13-14 ottobre 2022, in vista dello scambio di opinioni e dell’eventuale parere del Comitato sull’estensione del periodo di approvazione della sostanza attiva glifosato.
Il documento contiene una panoramica dei seguenti aspetti:

  • I risultati preliminari della valutazione scientifica mostrano che il glifosato soddisfa i criteri di approvazione per la salute umana e la sicurezza ambientale.
  • La conclusione dell’ECHA di non proporre una modifica della classificazione di pericolo.
  • Le ragioni della revisione della tempistica
  • La revisione della letteratura pubblica in conformità con le linee guida dettagliate dell’EFSA.

Il documento è reso disponibile al pubblico come parte dell’impegno di trasparenza del GRG (disponibile in inglese)

Scarica il documento

VAI ALLA DICHIARAZIONE DEL GRG

Cos’è il glifosate?

What is Glyphosate

Cos’è il glifosate?

Il glifosate è una sostanza chimica contenuta in numerosi erbicidi non selettivi sviluppati per eliminare piante invasive indesiderate (erbe infestanti). I prodotti a base di glifosate sono approvati per l’uso in agricoltura, nella gestione della vegetazione, in prati e giardini, sulle ferrovie e altro ancora. Ad oggi sono registrati e commercializzati in più di 160 Paesi.

MAGGIORI INFORMAZIONI SUL GLIFOSATE

Vuoi saperne di più sul glifosate?

01 Trasparenza

Studi, domande, verbali di incontri ufficiali e altro ancora saranno resi disponibili su questo sito web in risposta alla richiesta di maggiore trasparenza.

02 Processo autorizzativo

Alla base dell’autorizzazione UE all’uso del glifosate negli erbicidi vi è un importante processo che richiede un attento esame scientifico da parte di molteplici entità competenti ed esperte, indipendenti dall’industria.

03 Ambiente e Biodiversità

Gli erbicidi a base di glifosate permettono un controllo semplice, flessibile e conveniente delle erbe infestanti, ragione per cui questa sostanza viene utilizzata da diversi anni per rimuoverle.

04 Sicurezza

Il glifosate è stato sottoposto a test più approfonditi rispetto a qualsiasi sostanza chimica [principio attivo usato nei pesticidi]. Questi test hanno concluso in modo incontrovertibile che il glifosate può essere usato in modo sicuro per le applicazioni per cui è previsto.

05 Usi

Il glifosate è usato per controllare diverse piante invasive indesiderate (erbe infestanti) soprattutto in agricoltura e nel giardinaggio, ma anche su prati e aree non coltivate come binari e cigli ferroviari, nonché nella silvicoltura.

Dati

Il glifosate in cifre

Il glifosate è il principio attivo chiave degli erbicidi non selettivi più usati al mondo poiché combina un’efficacia provata e un uso sicuro, quando l’utilizzo è conforme alle istruzioni riportate in etichetta.

+25%

Redditività

Aumento massimo che le aziende agricole dell’UE potrebbero ottenere utilizzando il glifosate in modo sicuro, se usato secondo le istruzioni riportate in etichetta (fonte).

-22%

Produttività dei raccolti

Perdita massima che colza, mais, orzo e grano subirebbero senza glifosate (fonte).

-75%

Esportazioni di grano

Dall’UE a Paesi terzi che potrebbero essere perse senza l’uso di glifosate da parte dell’UE (fonte).

400 kg

Frutta e verdura

Un consumatore del peso di 80 kg può ingerire fino a 40 mg di residui di glifosate al giorno senza alcun danno per la salute.  Ciò corrisponde a circa 400 kg di frutta e verdura al giorno (fonte).