Glyphosate Renewal Group

Cos’è il Glyphosate Renewal Group

Il Glyphosate Renewal Group (GRG) è un consorzio di aziende che cercano di ottenere il rinnovo nel 2022 dell’autorizzazione dell’UE per l’uso del principio attivo glifosate, unendo risorse e sforzi per preparare un unico dossier con tutti gli studi scientifici e le informazioni sulla sicurezza di questa sostanza.

PER SAPERNE DI PIÙ

Sei interessato alla tossicologia e alla rivalutazione scientifica del glifosato in corso nell'UE?

Dopo l’apertura del periodo di commenti sulla bozza del Renewal Assessment Report (dRAR) e come parte dell’impegno di trasparenza del GRG, il GRG pubblica sul sito web dei riassunti concisi di diversi elementi del dRAR.
Vi invitiamo inoltre a leggere e ascoltare il recente INDUSTRY SYMPOSIUM che si è svolto il 27 settembre nell’ambito della conferenza online EUROTOX 2021.

PER SAPERNE DI PIÙ

Una pietra miliare regolamentare: è iniziato il periodo di commento sulla bozza del Renewal Assessment Report

Nell’ambito del processo normativo, oggi, 23 settembre, l’EFSA e l’ECHA hanno aperto una consultazione pubblica di 60 giorni sulla bozza del Renewal Assessment Report (dRAR) per il glifosate. I richiedenti, gli Stati membri e il pubblico, comprese tutte le parti interessate, sono invitati a presentare commenti sulla relazione di valutazione prodotta dal gruppo di valutazione sul glifosate (Assessment Group on Glyphosate – AGG).
È possibile accedere al dRAR e partecipare alla consultazione pubblica attraverso i siti web dell’EFSA e dell’ECHA.

SCOPRI DI PIÙ SUL PROCESSO DI AUTORIZZAZIONE

Cos’è il glifosate?

What is Glyphosate

Cos’è il glifosate?

Il glifosate è una sostanza chimica contenuta in numerosi erbicidi non selettivi sviluppati per eliminare piante invasive indesiderate (erbe infestanti). I prodotti a base di glifosate sono approvati per l’uso in agricoltura, nella gestione della vegetazione, in prati e giardini, sulle ferrovie e altro ancora. Ad oggi sono registrati e commercializzati in più di 160 Paesi.

MAGGIORI INFORMAZIONI SUL GLIFOSATE

Vuoi saperne di più sul glifosate?

01 Trasparenza

Studi, domande, verbali di incontri ufficiali e altro ancora saranno resi disponibili su questo sito web in risposta alla richiesta di maggiore trasparenza.

02 Processo autorizzativo

Alla base dell’autorizzazione UE all’uso del glifosate negli erbicidi vi è un importante processo che richiede un attento esame scientifico da parte di molteplici entità competenti ed esperte, indipendenti dall’industria.

03 Ambiente e Biodiversità

Gli erbicidi a base di glifosate permettono un controllo semplice, flessibile e conveniente delle erbe infestanti, ragione per cui questa sostanza viene utilizzata da diversi anni per rimuoverle.

04 Sicurezza

Il glifosate è stato sottoposto a test più approfonditi rispetto a qualsiasi sostanza chimica [principio attivo usato nei pesticidi]. Questi test hanno concluso in modo incontrovertibile che il glifosate può essere usato in modo sicuro per le applicazioni per cui è previsto.

05 Usi

Il glifosate è usato per controllare diverse piante invasive indesiderate (erbe infestanti) soprattutto in agricoltura e nel giardinaggio, ma anche su prati e aree non coltivate come binari e cigli ferroviari, nonché nella silvicoltura.

Dati

Il glifosate in cifre

Il glifosate è il principio attivo chiave degli erbicidi non selettivi più usati al mondo poiché combina un’efficacia provata e un uso sicuro, quando l’utilizzo è conforme alle istruzioni riportate in etichetta.

+25%

Redditività

Aumento massimo che le aziende agricole dell’UE potrebbero ottenere utilizzando il glifosate in modo sicuro, se usato secondo le istruzioni riportate in etichetta (fonte)

-22%

Produttività dei raccolti

Perdita massima che colza, mais, orzo e grano subirebbero senza glifosate
(fonte)

-75%

Esportazioni di grano

Dall’UE a Paesi terzi che potrebbero essere perse senza l’uso di glifosate da parte dell’UE
(fonte)

400 kg

Frutta e verdura

Un consumatore del peso di 80 kg può ingerire fino a 40 mg di residui di glifosate al giorno senza alcun danno per la salute.  Ciò corrisponde a circa 400 kg di frutta e verdura al giorno (fonte)